flat social icons 0009 youtube  flat social icons 0010 instagram

Dal giorno dell’insediamento sia l’ amministrazione Mellone sia i consiglieri di maggioranza, sono vittime di feroci e violenti attacchi personali, mossi probabilmente da acredine e odio politico e non, come meriterebbe una democrazia matura, da un’effettiva contrarietà su temi politici o amministrativi.


Ma non solo. Dal giorno dell’insediamento si sono risvegliati tanti ex amministratori e tanti amici di ex amministratori che, nella precedente legislatura, non aprivano bocca su nulla ma che ora sono pronti a contare perfino i mozziconi di sigarette sul ciglio della strada. Stiamo assistendo anche a notizie mendaci artatamente confezionate, a slogan scimmiottati che accusano di trasformismo un’amministrazione, peraltro alla prima esperienza politica!
Attacchi che provengano da una cordata politica che consta di fulgidi esempi di trasformismo politico. Questi attacchi e queste critiche sono pretestuose e strumentali e rispondono alla sola finalità di spostare l’opinione pubblica cittadina da tutti i traguardi e i risultati raggiunti da questa amministrazione, in pochissimi mesi.
Stiamo realizzando il programma elettorale. E questa è già una rivoluzione: realizzare il programma, per cui si è chiseto il voto agli elettori, è una novità a Nardò.
Tra i risultati raggiunti:
- lo spostamento degli uffici comunali, con notevole risparmio per le tasche dei cittadini, verso strutture, come l’ex Tribunale, che avrebbero corso il rischio di essere completamente abbandonate, o ridotte in archivi provinciali, senza alcuna utilità sociale;
- l’abolizione dei parcheggi a pagamento nel centro urbano e una diversa gestione degli stessi nelle marine (su questo punto alcuni ci tacciano di incoerenza ma per smentirli basterebbe leggere il programma elettorale), con introiti diretti nelle casse comunali, e non destinati ad una società milanese di riscossione, come avveniva in passato;
- l’avvio della conferenza dei servizi per la messa in sicurezza della discarica di Castellino, del cui problema le amministrazioni precedenti hanno sempre finto di occuparsi o non si sono occupate in modo efficace;
- da ultimo, la riduzione del 10% della Tari (mai era accaduto, nella storia neretina, una riduzione così drastica della tassa sui rifiuti); e altro ancora.
Siamo solo all’inizio, ma questa amministrazione sta dimostrando con i fatti, e non con le parole, quelle le lasciamo all’opposizione, che il cambio di rotta è già segnato e non saranno gli insulti livorosi e rancorosi, quotidianamente ricevuti, a fermarlo!


Global News