flat social icons 0009 youtube  flat social icons 0010 instagram

Rispondo ancora una volta al consigliere Giancarlo Marinaci, non perché egli abbia bisogno di una replica ma per chiarire ai cittadini alcuni passaggi, che sembrano pensati per creare confusione. Sorvolo sullo spessore di chi scade nelle offese gratuite.


Vengo al dunque: l'impianto di compostaggio originariamente previsto a per S. Maria al Bagno non è simile ad una “compostiera da condominio” come vuol fa intendere l'opposizione, ma è una “compostiera comunità”, ovvero un impianto in grado di trattare al circa 100 tonnelate di scarto organico l'anno.
Si tratta di un impianto che serve a produrre concime da utilizzare per la cura dei terreni. Da qui la scelta di favorire un intervento di questo tipo nella frazione di Boncore, dove la densità di abitanti è di gran lunga inferiore e si può intervenire individuando un'area d'impianto lontana da abitazioni e luoghi di lavoro, in modo da non arrecare fastidi di alcun tipo alla popolazione.
Non si tratta di demonizzare impianti utili ma di posizionarli in modo da rispettare le abitazioni.
E sia chiaro: se neanche a Boncore fosse individuato un sito ritenuto idoneo dall'amministrazione comunale, l’impianto non si farà. Per noi è più importante la qualità della vita dei cittadini, dei villeggianti e dei turisti rispetto alla perdita di un finanziamento.
Probabilmente se Marinaci fosse stato ben informato non si sarebbe prestato ad una polemica così sterile ed inutile.
Quanto all'iniziativa di sensibilizzazione nei pressi della discarica di Castellino invito i cittadini a leggere le dichiarazioni dei genitori e dei bambini in modo da ottenere ogni chiarimento.

Paolo Maccagnano
Fronte Democratico


Global News